ctf

Blacklist per i controlli AML/CTF, sono sempre più strategici i software per gli screening istantanei incrociati

Le blacklist internazionali rappresentano per gli istituti bancari, finanziari e assicurativi uno strumento sempre più strategico per i controlli necessari alla compliance alla IV Direttiva UE antiriciclaggio e, in prospettiva, alla V Direttiva, alla quale sarà necessario adeguarsi entro il 1° gennaio 2020.

LEGGI TUTTO

Quando la tecnologia supporta il contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo

Per i controlli antiriciclaggio e contrasto al finanziamento del terrorismo esistono sul mercato soluzioni software pensate appositamente per gli intermediari finanziari affinché possano effettuare agevolmente ed efficacemente le dovute verifiche imposte dalle normative nazionali ed europee.

LEGGI TUTTO

ADM, servono soluzioni anche tecnologiche per migliorare i controlli AML/CTF nel gaming


L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) ha emanato il 20 febbraio 2019 importanti linee guida per i concessionari di giochi online e non in merito alle adeguate verifiche della clientela durante le operazioni di controllo antiriciclaggio e contro il finanziamento del terrorismo.

LEGGI TUTTO

GAFI/FATF, bene i progressi dell'Italia nei controlli AML/CTF


Il GAFI/FATF, l’organismo internazionale che si occupa del coordinamento delle politiche per la lotta al riciclaggio, nel corso della riunione che tenutasi a Parigi il 21 febbraio 2019 ha valutato positivamente il primo follow-up Report presentato dall’Italia in materia di antiriciclaggio e di lotta al finanziamento del terrorismo.

LEGGI TUTTO

PROCEDURE KYC, IL PLUS DELLE LISTE PRIVATE INTEGRATE

Le procedure KYC sono un tassello sempre più importante per tutelarsi dal rischio reputazionale, soprattutto per le banche, le assicurazioni, gli uffici pubblici e le aziende.

LEGGI TUTTO

INSTANT PAYMENT, COME RENDERLO COMPATIBILE CON I CONTROLLI AML&CTF

Dopo l’introduzione il 21 novembre 2017 dei bonifici istantanei, i cd. instant payment, che consentono all’interno dei paesi aderenti al SEPA di effettuare bonifici tra soggetti diversi con trasferimento di denaro in 10 secondi, 7 giorni su 7, 24 ore su 24, anziché in uno o più giorni lavorativi come avviene oggi, sono diversi i dubbi che sono sorti tra i sub-agents, ad esempio gli istituti bancari, su come poter effettuare su transazioni così veloci i controlli previsti dalla Direttiva europea in materia di antiriciclaggio e finanziamento del terrorismo.

LEGGI TUTTO
1

    Tags