Blog

CYBER SECURITY: ALCUNI CONSIGLI PER ESSERE AL SICURO A CASA

In questo periodo, milioni e milioni di lavoratori italiani stanno praticando lo Smart Working, a causa dell'emergenza Covid-19. Il pc aziendale si trova, quindi, fuori dalle reti sicure della azienda e perciò la soglia di rischio per la sicurezza del sistema è alta. Sarebbe auspicabile seguire alcuni suggerimenti per difendersi dagli attacchi informatici, stili comportamentali che andrebbero seguiti sempre ed in ogni situazione.

LEGGI TUTTO

Smart Working: l'importanza e i vantaggi nei periodi di emergenza

Come salvare la produttività delle PMI e delle grandi aziende in Italia, soprattutto in un periodo di emergenza come quello che stiamo vivendo? La risposta è nello "Smart Working", la prestazione lavorativa svolta in un luogo diverso dalla sede aziendale. Non va però limitato al concetto di lavoro da remoto, dove dipendenti e collaboratori, comunicano tra loro attraverso portali. 

Alcuni hanno già ben chiaro cosa sia lo smart working ma per altri questo momento di emergenza è stato il primo contatto con questo argomento.

In questo articolo proverò a fornire qualche risposta ai primi dubbi.

LEGGI TUTTO

Disaster Recovery Plan: 7 step per un piano efficace

Il 75% delle PMI, di fronte a malfunzionamenti dei sistemi, dei dati e delle infrastrutture aziendali, non sono in grado di intervenire, in quanto non hanno un immediato piano di azione. Tra questa grande percentuale di aziende, il 90% sono destinate al fallimento.

LEGGI TUTTO

I vantaggi della classificazione doganale delle merci e i nuovi codici NC 2020

Le autorità doganali oggi più che mai hanno la necessità di mantenere un equilibrio adeguato fra i controlli delle merci e l'agevolazione degli scambi legittimi. L'obiettivo primario delle dogane, infatti, è quello di armonizzare le regole del commercio internazionale, proteggendo i mercati - e le persone - a livello mondiale.

La classificazione doganale delle merci, ossia l'attribuzione di un codice univoco a ciascun prodotto, è il linguaggio universale con cui le dogane possono esprimersi in materia di commercio internazionale e con cui possono creare un sistema simbolico di chiara interpretazione.

LEGGI TUTTO

Perché le PMI devono digitalizzarsi

Il Ministero dello Sviluppo Economico stima che circa il 50% delle grandi aziende abbia già adottato almeno una tecnologia 4.0, mentre le PMI, che rappresentano il 92% delle aziende italiane, sono ancora ferme al 24,4%. Nel prossimo triennio, il 10% delle imprese del nostro territorio prevede di introdurre almeno una tecnologia 4.0, ma dall'altro lato, la percentuale delle grandi aziende sale ancora al 35,1%, facendo crescere il divario tra le due realtà. (Fonte: Il Sole 24 Ore)

LEGGI TUTTO

Agevolare l’import/export grazie alla garanzia di business partner certificati

Un business partner, o più probabilmente numerosi business partner: quale azienda può farne a meno al giorno d'oggi? Che si tratti di fornitura, distribuzione, intermediazione commerciale, consulenza o altro, costruire una rete di business partner per le aziende che si occupano di import/export è ancora più importante che non per tutte le altre.

L'attività di un commerciante dipende da materie prime, componenti, semilavorati o prodotti finiti, acquistati da fornitori terzi che a loro volta, nelle supply chain più complesse, si appoggiano ad altri. E ricostruire tutti i passaggi della catena non è semplice.

LEGGI TUTTO

La lista di controlli da effettuare per determinare il beneficial owner

Il beneficial owner, cioè il beneficiario effettivo, è un importante elemento da verificare all'interno di qualsiasi rapporto commerciale tra clienti e fornitori. Un approccio alla trade compliance basato sul rischio suggerisce di prestare molta attenzione alla verifica del beneficiario effettivo, ma a volte questo lavoro può rivelarsi complesso: specie in presenza di intermediazioni, società controllanti, trust o fiduciarie, risalire fino al beneficial owner può richiedere tempo e fatica.

LEGGI TUTTO

Come verificare la conformità ai requisiti RoHS e REACH

Le attività commerciali di tipo chimico-farmaceutico che producono o importano una tonnellata o più all'anno di determinate sostanze chimiche hanno l'obbligo di registrarle nella banca dati REACH. Allo stesso modo, tutte le imprese che commerciano apparecchiature, cavi o pezzi di ricambio elettronici devono sottostare alla Direttiva internazionale RoHS.

Ma cosa significano esattamente le sigle RoHS e REACH? E come rispettare i loro requisiti per assicurarsi la trade compliance?

LEGGI TUTTO

3 modi per rimanere sempre aggiornato su embarghi e restrizioni

Embarghi e restrizioni: due strumenti commerciali politici, messi in atto principalmente dalle Nazioni Unite e dall'Unione Europea, il cui obiettivo principale è attuare le decisioni del Consiglio di Sicurezza per mantenere o ripristinare la pace e la sicurezza internazionali.

Queste misure possono anche essere imposte per sostenere il rispetto dei diritti umani, della democrazia e dello stato di diritto. Chi opera nel commercio internazionale, quindi, deve essere sempre aggiornato su embarghi e restrizioni. Ma quali sono i modi per rimanere al corrente sulle novità che si susseguono quasi ogni giorno?

LEGGI TUTTO

ESCo: il mercato chiede servizi digitalizzati per il monitoraggio energetico e l’assistenza

Il digitale trasforma l’offerta di soluzioni e servizi, aumenta l’efficienza nel soddisfare i bisogni del mercato e migliora l’esperienza post acquisto dei clienti

La crescita del settore delle ESCo degli ultimi cinque anni ha determinato la nascita di una forte competitività interna e un aumento del numero dei player che cercano di acquisire mercato attraverso diverse strategie di business, tra cui spicca una politica di riduzione del prezzo dell’energia per i clienti finali. “Ridurre i prezzi dell’energia” significa per le ESCo contenere i costi di gestione e dei servizi di assistenza, ma soprattutto diminuire gli “sprechi” e dare la possibilità agli utenti di ottimizzare i consumi energetici.

LEGGI TUTTO
1 2 3 4 »

    Tags